“Orto botanico, maldestro tentativo di offuscare il lavoro dell’Asp”

Girifalco, Giovedì 20 Settembre 2018 - 11:46 di Redazione

In relazione alla notizie apparse nei giorni scorsi, relative all’Orto botanico di Girifalco, l’Asp di Catanzaro, attraverso il dirigente dell’Ufficio Tecnico-Patrimoniale, ha inteso fare alcune rettifiche “per offrire utili precisazioni destinate ad una più corretta ricostruzione dei fatti, nel precipuo interesse della tutela dell’immagine aziendale”. “L’Asp - scrive Carlo Nisticò - sta per completare, nel comune di Girifalco, i lavori di realizzazione della REMS (Residenze per l'esecuzione delle misure di sicurezza), opera finanziata dal Ministero di Grazia e Giustizia di concerto con il Ministero della Salute con un importo complessivo di €. 6.200.000,00. Detti lavori, secondo quanto riportato dalle testate giornalistiche, impedirebbe, di fatto, la fruizione dell'Orto Botanico e delle sue aule didattiche. Le notizie, oltre ad essere prive di fondamento alcuno, palesano anche un maldestro tentativo di offuscare il fattivo impegno con il quale l’Asp ha partecipato, come partner principale, perché proprietaria del terreno, al progetto di realizzazione dell’orto botanico, sposandone appieno la finalità. S’intende, pertanto, precisare, senza ombra di smentita che le problematicità sorte sull’orto botanico derivano dalla frana che nel mese di gennaio 2017 ha interessato l’intero versante della strada di circonvallazione, compresi i terrazzamenti adiacenti al fabbricato adibito a REMS. L’Asp, trattandosi comunque di aree di sua proprietà, ha ripristinato i terrazzamenti e la regimentazione delle acque attraverso la posa in opera di tubazioni drenanti, realizzando altresì, nell’immediato, un muro di contenimento su pali, che di fatto ha messo in sicurezza tutta l’area dei terrazzamenti, arginando il fenomeno franoso. Per quanto attiene alla strada di accesso, anche tale circostanza non risponde alla realtà in quanto l’area di cantiere è completamente recintata e non interferisce con l’orto botanico, il cui ingresso è libero da ogni impedimento, come può essere rilevabile da apposito sopralluogo. Infine, sul significato attribuito alla lettera inoltrata dall’Asp, si esclude in maniera categorica che la stessa sia stata formulata con intento intimidatorio, proposito che non appartiene alla mission aziendale, ma al solo scopo di affermare le ragioni del partenariato progettuale”.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code