Cittadini liberi e attivi di Girifalco replica all'assessore Sestito su sanità e servizi sociali

Girifalco, Martedì 26 Giugno 2018 - 12:11 di Redazione

I miei e quelli del movimento civico de i “Cittadini liberi e attivi”  - di cui mi onoro di fare parte - non sono da considerarsi dei semplici atti di propaganda. Noi stiamo semplicemente  - come da oltre tre anni oramai  – accogliendo delle ripetute ed insistenti lagnanze che ci provengono ogni giorno dai concittadini. Ci scrivono, ci chiedono. Preoccupazioni serie dunque sulle quali non si può rimanere inerti o peggio indifferenti. Che cosa vuole l’assessore alle Politiche sociali che non si porti la voce delle persone all’interno delle istituzioni locali, soltanto perché danno fastidio al manovratore, per caso? Fino a prova contraria non viviamo in un regime di dittatura.  Del resto, l’assessore Sestito ricopre la carica da oltre tre anni e  fa parte di un partito: il Pd che è al governo di questa regione e di questa provincia ormai da quasi cinque anni,   conosce pertanto bene tutti i meccanismi di intervento di un dipartimento legato alle Politiche sociali. Tanto da indurre a chiederci quali ricadute positive abbiano avuto sulla nostra cittadina la sua stretta vicinanza all’ex assessore regionale alle Politiche sociali prima e poi chi quella delega se ne sia occupato? Senza considerare il fatto che è ella stessa operatrice sanitaria ed avrebbe dovuto, a maggior ragione, prendere a cuore sin nell’immediato momento del suo insediamento, in special modo, le sorti del complesso di contrada Serra sul quale hanno fatto e fanno affidamento centinaia di concittadini, ma anche fruitori di altri paesi vicini. Se poi abbia interessato l’intero consiglio comunale per la risoluzione di tali problematiche bene ha fatto, ma le ricordo tuttavia come si sia trattato di una decisione fin troppo tardiva, che non la esime dalle grandi responsabilità che le derivano dal ruolo che ricopre ininterrottamente dal 2015, e non da ieri. Diciamo pure, piuttosto, che le conflittualità interne al suo partito l’abbiano distolta dal provvedere tempestivamente e per tempo ai suoi doveri da assessore e che oggi giunge col fiato alla gola in una corsa spasmodica verso la risoluzione di una problematica che avrebbe dovuto essere affrontata – lo ripetiamo – molto tempo addietro. Ma l’assessore Sestito e il suo Pd in un primo momento ci hanno utilizzato come “vittime sacrificali” delle dispute interne tra scalziani e cicontiani, non possiamo non ricordare che il Pd di Girifalco sta contemporaneamente alla maggioranza e all’opposizione! Come mai in tre anni il Pd a Girifalco non fa altro che lacerarsi e il governatore della Calabria non ha mai messo piede nella nostra cittadina? Qualcosa non torna. L’assessore Sestito anziché fare la morale a chi solleva e si fa carico delle esigenze e delle problematiche dei cittadini, cominci, piuttosto, a fare il suo dovere e non utilizzi la nostra comunità per il tornaconto di un partito che sicuramente è sideralmente lontano dalle esigenze della cittadinanza.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code